La presentazione ADI Design Index 2020, rassegna annuale del miglior design italiano di prodotti e servizi – frutto della lunga e attenta selezione operata dall’Osservatorio permanete del Design – ha riconosciuto il valore progettuale di ONE nella categoria “editoria e ricerca per l’impresa“. La corsa verso il Compasso d’Oro è aperta!

Lo sviluppo dell’idea di un progetto crossmediale come quello di “ONE“, nasce da una serie corposa di dialoghi e scambi con esponenti del mondo dell’architettura, della creatività e della grafica. ONE ha voluto creare una metodologia originale in cui convergano le esperienze più significative degli ultimi anni digitali (e non), senza subirne l’influenza ma cercando solo le strade, i tracciati realmente emozionanti, capaci di leggere alcune delle trasformazioni in essere nel progetto contemporaneo.

ADI Design Index

In un momento storico così complesso e tormentato, abbiamo cercato di rafforzare il significato profondo della nostra identità di Impresa culturale, affidando alla cultura il ruolo chiave di guidare le nostre azioni ed incarnare un elemento integrante, non solo della ricerca di prodotto, ma di tutte le attività strategiche aziendali. Un percorso intrapreso da molti anni, che non è frutto della contingenza, ma bensì la raccolta delle migliori energie che si sono unite ad un’intima vocazione alla sintesi tra valori fondanti quali Estetica ed Etica, Cultura e Natura, Tecnologia e Ambiente, Prestazioni e Salute.

LEGGI ANCHE – Natural Genius: dieci anni di ricerca sulle superfici in legno in un unico volume

Sul coté comunicazione ci siamo impegnati a dar vita e far crescere, insieme ad un nucleo propulsivo di professionisti di varia provenienza culturale, un progetto editoriale firmato dalla desinenza ONE; un piccolo elemento morfologico mobile che punta a ribaltare il punto di vista aziendale, favorendo una lettura dall’esterno. Potremmo definirlo una forma di comunicazione “liquida” – rifacendomi alla celebre espressione di Bauman –  che ha il suo capostipite nella carta stampata con il primo volume di ONE Architetture, edito in collaborazione con la rivista di architettura The Plan, per raccontare verticalmente una selezione di realizzazioni prestigiose a livello globale con un taglio coerente alle testate di architettura, rivolgendosi principalmente ad un pubblico di addetti ai lavori.

ADI Design Index One Architecture listone giordano

ONE Natural Genius apre all’orizzonte semantico di antologia narrativa legata all’interpretazione dell’estetica contemporanea delle superfici in legno interpretate da importanti nomi del design italiano ed internazionale. 

L’anima digitale di questo mondo fatto di parole e carta è ONE magazine, un progetto editoriale che accende i riflettori su quattro canali principali di comunicazione: Architettura, Design, Natura e Cultura, a cui collaborano personalità del mondo del giornalismo e della cultura quali lo scrittore e storico del design Stefano Casciani e l’architetto, giornalista e musicista Maurizio de Caro; così come significativi contributi arrivano anche da Francesco Orofino dell’Istituto Nazionale di Architettura che rappresenta un valore aggiunto sullo stato di salute della cultura del progetto in Italia. I supporti testuali e gli articoli, che quotidianamente popolano il magazine, vengono spesso accompagnati da puntate podcast dedicate.

Ci siamo resi conto, con piacevole sorpresa, che molti dei nostri lettori desiderano un approfondimento e un rapporto più diretto con l’autore dell’articolo, si lasciando volentieri cullare dal suono della voce e dal potere della parola attraverso un ascolto più lungo ed articolato (ad esempio la trilogia dedicata ad Alessandro Mendini nella veste di scrittore, designer e architetto condotta da Stefano Casciani).



Il luogo per eccellenza deputato all’incontro e alle relazioni con architetti e progettisti è per noi l’Arena Listone Giordano, nel cuore di uno dei district centrali del design milanese, oggi questo luogo fisico vive anche una dimensione parallela sulla piattaforma crossmediale ONE. Questa ricomposizione di forze e di interessi si muove come un corpo unico e compatto, un’opera “aperta”, che entra in forma permanente nell’orizzonte delle attività culturali a tutto tondo, abbracciando azienda e Fondazione Guglielmo Giordano in un proficuo rapporto dialettico.

ADI Design Index

ONE vuole vincere la sfida che conduce alla creazione di una voce autorevole, non ingabbiata in una maglia “accademica”, ma seria e vivace. Figlia della grande tradizione delle riviste italiane sorte nel secolo scorso, autonoma nella formazione dei nuovi orizzonti identitari della progettazione, del design, dell’arte e della cultura d’impresa in cui ci rispecchiamo come giovani (non così ingenui) Narcisi conquistati dal senso del bello nelle sue molteplice sfaccettature.