Arturo Schwarz

Maurizio De Caro intervista Arturo Schwarz

Ci siamo riusciti, anche in tempi pandemici siamo riusciti a portare un monumento vivente dell’arte mondiale in Arena.

Arturo e Linda Schwarz puntuali hanno fatto il loro ingresso in via Santa Cecilia, e non è stata un’intervista ma una chiacchierata affettuosa e rilassata col maestro che è sembrato molto a suo agio, anche perché era da tantissimo tempo che non compariva in un documento video come quello che abbiamo registrato e che resterà negli annali del progetto ONE.

Ha raccontato, parlato del passato e del futuro, dell’amore, dell’arte e dell’editoria, di surrealismo e di Piero Manzoni, Arman, Dalì, Magritte, Quasimodo, ma nelle sue parole la storia e la cronaca quotidiana si fondono, e questo ci è piaciuto moltissimo.

Arturo Schwarz e Maurizio De Caro
Arturo Schwarz e Maurizio De Caro

Abbiamo questo documento che speriamo di condividere col mondo culturale internazionale e con tanti amici che sono anche ammiratori di Arturo.

In trenta minuti credo di aver tracciato un ritratto di un uomo umile, sensibile, austero e disponibile ma fermo sulla qualità della ricerca creativa che ha contribuito a sviluppare negli ultimi decenni.

LEGGI ANCHE – Negli occhi e nello spazio di Arturo Schwarz

Non sarà facile dimenticare il suo passo lento all’interno dell’Arena e la sua curiosità per lo spazio e la sua storia.

Ci saranno altre occasioni per ospitarlo e per raccontare un grande progetto che stiamo realizzando per lui, per Milano e per il mondo.

Grazie Arturo e grazie Linda.

Milano mercoledì 17 giugno, ore 15.30, Arena Listone Giordano.